Skip to content

L’approvazione degli Trade Traded Fund (ETF) su Bitcoin


Sembra sia vero, l’approvazione dei potenziali Trade Traded Fund (ETF) su Bitcoin spot è ufficialmente prevista nella prossima finestra temporale, che va dal 5 al 10 gennaio. 

Vediamo di seguito tutti i dettagli e le previsioni in merito. 

Le possibili approvazioni degli Trade Traded Fund (ETF) Bitcoin

Come anticipato, in attesa della possibile sentenza, la Securities and Trade Fee (SEC) degli Stati Uniti ha definito la finestra di approvazione degli Trade Traded Fund (ETF) Spot Bitcoin tra il 5 e il 10 gennaio. 

Nello specifico, James Seyffart di Bloomberg ha confermato queste date e ha indicato che la decisione dell’agenzia potrebbe essere annunciata durante le fasi finali di story intervallo, in particolare stimando che si verificherà tra l’8 e il 10 gennaio.

Attualmente, la SEC ha più di una dozzina di richieste di ETF Spot Bitcoin in sospeso, per le quali deve prendere una decisione. Seyffart ha suggerito che è probabile che l’approvazione avvenga nei giorni centrali di gennaio, con l’8 gennaio come possibile information di inizio.

Inoltre, negli ultimi mesi, l’industria degli asset digitali ha alimentato speculazioni sull’arrivo imminente di un ETF Spot su Bitcoin negli Stati Uniti. 

Dunque un’approvazione in tal senso rappresenterebbe una pietra miliare e potrebbe spingere il valore dell’asset digitale a nuovi massimi. 

Nonostante i ritardi precedenti della SEC nel prendere una decisione sul prodotto Bitcoin, molte aspettative sono orientate verso un cambiamento nei primi mesi del 2024. 

Infatti, diversi esperti prevedono una decisione su various richieste entro gennaio, in linea con la finestra di approvazione menzionata.

Advert ogni modo, le speculazioni dei mesi precedenti hanno già avuto un impatto positivo su Bitcoin, che ha superato i 38,8 mila dollari per la prima volta dal 2022. 

Normal Chartered ha persino predetto un aumento del 160% nel caso di approvazione dell’ETF, portando l’asset a un prezzo stimato di 100.000 dollari entro la high-quality del 2024.

Bitcoin tremendous i $40,000: un cambiamento di tendenza nell’interesse e nella percezione del mercato

Come anticipato sopra, Bitcoin ha recentemente superato i 40.000 dollari, segnando un livello non visto dall’aprile 2022. 

A tal proposito, Jeroen Blokland, un influente gestore finanziario, ha notato che questo rally si distingue nettamente dai precedenti, suggerendo un possibile cambio di ruolo per Bitcoin nel panorama finanziario globale.

Come già espresso, infatti, il rinnovato interesse nel mercato delle criptovalute, in parte alimentato dall’anticipazione degli Trade Traded Fund (ETF) Bitcoin spot, è un segnale di cambiamento. 

Dopo un periodo di declino legato a scandali e sentimenti negativi di mercato, il recente movimento dei prezzi di Bitcoin indica una significativa inversione di tendenza.

Secondo Blokland, l’attuale impennata è supportata dalla crescente accettazione di Bitcoin come classe di asset legittima tra gli investitori. 

Questo cambiamento di percezione è cruciale, specialmente considerando l’integrazione sempre più profonda di Bitcoin nei sistemi finanziari tradizionali.

L’ascesa di Bitcoin a quasi 40,000 dollari rappresenta dunque più di un semplice numero: è una testimonianza della crescente fiducia nel mercato delle criptovalute. 

Inoltre, questo rally è particolarmente significativo dato l’entusiasmo attuale per la possibile approvazione degli ETF spot su Bitcoin da parte della Securities and Trade Fee (SEC) degli Stati Uniti.

L’approvazione di tali ETF potrebbe aprire le porte agli investitori, consentendo loro di ottenere esposizione a Bitcoin senza le complessità legate alla proprietà diretta. 

Ciò potrebbe infatti attrarre una nuova ondata di investitori istituzionali e al dettaglio. 

Michael Saylor su Bitcoin: diventerà l’asset ETF di riferimento

Michael Saylor, fondatore e presidente di MicroStrategy, un’azienda di enterprise intelligence e software program fortemente orientata verso Bitcoin, ha di recente fatto dichiarazioni audaci sulla prospettiva della principale valuta digitale. 

Durante la Conferenza latinoamericana Bitcoin & Blockchain (LABITCONF), Saylor ha anticipato che Bitcoin è destinato a diventare il principale asset di Trade Traded Fund (ETF).

Saylor, noto sostenitore di Bitcoin e artefice dell’acquisizione di oltre 174,530 unità di Bitcoin da parte di MicroStrategy, ha sottolineato la sua visione durante la conferenza. 

Nello specifico, ha evidenziato la “guerra economica senza high-quality” camuffata da una distribuzione ineguale del capitale e ha utilizzato il termine “carburante economico” per rappresentare il capitale.

Nel contesto dell’allocazione del patrimonio globale di 900 trilioni di dollari, Saylor ha esaminato il modesto valore attuale di Bitcoin (500 miliardi di dollari) rispetto advert altri asset come l’oro (12 trilioni), i titoli di stato (300 trilioni) e l’immobiliare (330 trilioni). 

Secondo lui, questa situazione cambierà quando il mondo comprenderà appieno la proposta di valore intrinseca di Bitcoin.

Con importanti gestori patrimoniali come BlackRock e Constancy Investments che cercano di lanciare prodotti Bitcoin spot Trade Traded Fund (ETF), Saylor prevede una potenziale spinta verso BTC in un prossimo futuro. 

Considerando la crescente popolarità e utilità di Bitcoin, Saylor prevede che Bitcoin stia per diventare l’asset di riferimento in categorie come merce, tecnologia, proprietà, denaro e ETF, information la sua versatilità e potenziale di crescita.

Nonostante la presenza di migliaia di prodotti ETF legati a vari asset crittografici, Saylor si mostra ottimista sulla prospettiva che gli ETF Bitcoin diventeranno dominanti in un prossimo futuro.

continue reading